Manù

MANU’

 

Grande Manù dimmelo tu

se c’è qualcosa che vale di più,

di questa follia o dirsi pazzia

che se ci prende ci porta via.

Cara Manù non so se tu

risvegli i sogni di gioventù,

quello che resta è la fantasia

di un momento che fugge via.

 

No non mi dire, lasciami il tempo

di maturare un giorno in più,

e forse quando avrò un momento

per venirti a cercare non ci sei più.

 

Sarà il vento o la malegria,

il desiderio di questa poesia,

che ti rende più importante

tra le storie scappate via.

 

Forse Manù lo sai solo tu

quello che adesso voglio di più,

tu che conosci ogni segreto

riesci a distinguere il falso dal vero,

anche se ho torto porto il rimorso

di non avere osato di più,

questo è un lamento gettato al vento

scritto col fiato tenuto dentro.

 

Sarà un gioco lasciato a metà,

la paura di andare più in là,

che ci rende più distanti

in questa fiaba che non finirà.